28 settembre 2007

Dove sono i nostri monaci?


Myanmar, Amarapura, agosto 2007

Per le strade di Yangon non ci sono monaci. Li hanno presi durante la notte dai monasteri, picchiati, imprigionati. Gli studenti in strada stamani gridano davanti il filo di ferro: "Dove sono i nostri monaci?"

7 commenti:

Chiara ha detto...

Cara Luisa, me lo chiedo anche io, e sempre più spesso in questi tragici giorni.
Oggi sono in rosso, ed il mio cuore batte sempre più forte per i monaci e per quella splendida popolazione.
E soppraffatta da mille emozioni, ripenso che soltanto poco più di un mese fa ero seduta accanto a loro alla Shwedagon Paya ed alla Mahamuni Paya.
Prego in silenzio per loro e spero con tutta me stessa per una Birmania libera.
Chiara

milva ha detto...

non scrivo mai su internet,è dal 2002 che ti"leggo" su coquinaria volevo farti i miei più sinceri complimenti per quello
che tu ed eros scrivete e fotografate...grazie per le belle immagini che mi regalate e per i racconti dei vostri viaggi...continuate così... ciao milva

Petula ha detto...

grazie
http://lacuocapetulante.blogspot.com/2007/10/un-blog-come-una-maglietta.html
(ho usato la tua foto...è di una bellezza straziante)

Luisa ha detto...

petula, ho visto e hai fatto bene. Più rosso c'è nei blog e più sono contenta. :))

Luisa ha detto...

Chiara, ma non è che per caso ci siamo incrociate? Comunque continua a pensarci, non dimentichiamoceli ancora una volta!

Milva, ti dico solo grazie. Un abbraccio.

Anonimo ha detto...

Cara Luisa,
può essere che in qualche momento il nostro viaggio si sia incrociato: sono partita il 6 agosto e tornata il 23, quando stava iniziando la protesta per l'aumento dei prezzi del carburante.
La Birmania ha così colpito il mio cuore e la mia anima che ogni giorno è nei miei pensieri e nelle mie preghiere.
E faccio di tutto perchè, anche chi mi sta accanto, le persone con cui vengo a contatto non dimentichino.
La situazione della Birmania non può diventare una notizia da didascalia nelle pagine degli Esteri.
Un abbraccio e grazie delle splendide foto: hai il dono di catturare in una foto l'anima vera delle emozioni.
Chiara

Luisa ha detto...

Chiara, io sono partita il 9 agosto e sono tornata il 1 settembre e quindi eravamo lì proprio nello stesso periodo. La gente diceva che dopo l'aumento della benzina il governo avrebbe durato poco, ma mai avrei potuto pensare che sarebbe successo quello che è successo. La Birmania è un posto speciale, abitato da un popolo speciale. Chi, come noi, l'ha conosciuta un pò non può non provare esattamente quello che dici.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails